· 

Risorse emotive in gravidanza: quali benefici

Solitamente quando si pensa alla salute emotiva della gravidanza, si pone attenzione a quella "negativa": depressione, ansia, stress, preoccupazioni, paura.

In realtà c'è un altro aspetto molto rilevante: le risorse emotive, quelle positive, i punti di forza che aiutano ad affrontare al meglio la vita ed a crescere proprio attraverso le sfide.

Prenderne consapevolezza, conoscerle e sfruttarle al meglio può davvero ottimizzare il proprio stato emotivo, in gravidanza è molto importante e utile, ma anche in genere in qualsiasi fase di vita.

 

 

Alcuni esempi di risorse emotive sono: la resilienza, l'ottimismo, la pazienza, la fiducia, l'intelligenza emotiva.

A volte non è facile riconoscerle, prenderne consapevolezza perchè si è spesso sempre concentrati sui propri limiti.

La gravidanza è un ottimo momento per focalizzarsi su di esse e per svilupparle.

I benefici riguarderanno prima di tutto se stessi, per farne delle ottime alleate per la vita, ma anche per vivere al meglio la futura genitorialità.

I figli infatti apprendono molto con l'esempio e potranno quindi nel tempo imparare ad essere fiduciosi, ottimisti, resilienti, gentili, pazienti avendo il modello dei propri genitori.

 

 

La ricerca conferma che questi punti di forza sono importanti ed utili perchè:

 

  • aiutano a prevenire depressione e ansia;
  • aiutano a gestire lo stress;
  • migliorano la qualità della vita;
  • rafforzano le relazioni;
  • aiutano a sentirsi più sicuri e in grado di gestire le situazioni;
  • ci rafforzano in seguito ad eventi o problematiche;
  • migliorano il pensiero ed i processi decisionali

Come focalizzarsi su di esse per svilupparle al meglio?

Sicuramente prenderne consapevolezza è il primo passo. La meditazione a questo proposito potrebbe essere di aiuto, per allenare la nostra consapevolezza, imparare a centrarci su noi stessi ed imparare a gestire i nostri stati emotvi.

E' utile anche in ogni situazione, positiva o negativa, chiederci sempre "qual è stato il nostro punto di forza", quale nostra risorsa è stata utile per affrontare questa situazione e quale insegnamento traggo anche dal negativo.

Tutto questo implica proprio un graduale ribaltamento di prospettiva di noi stessi; infatti focalizzarsi sulle risorse anzichè sui limiti sembra scontato ma non lo è affatto e la cosa positiva è si può sempre imparare, si può sempre migliorare ed allenare una competenza, una risorsa, si può sempre lavorare su se stessi, anche grazie ad un percorso psicologico.

 

La gravidanza può essere proprio un momento ideale per imparare ad ascoltarsi ed a prendere consapevolezza dei propri punti di forza, ne giova il proprio benessere e quello del bambino.... può essere utile riflettere sul " quali sono le mie qualità e che mamma vorrei essere?"

Pensateci future mammine! ;-)

 

 

fonti: Psychology Today-  Dawn Kingston Ph.D.  "Understanding Your Emotional Strengths-Lifelong goals for pregnancy and beyond"- Mental Health in Pregnancy and Beyond